Rumori di fondo, parte 2

Ne avevo già parlato 26 mesi fa, e nel frattempo non è cambiato nulla.

Domenica scorsa è piovuto in maniera piuttosto violenta, i fossi sono straripati e la strada che porta a casa mia è andata sotto acqua di un buon 10 centimetri. Tutto regolare: prima periferia di Vicenza, primo autunno, tempo perfetto per fare lavori e chiudere i canali di scolo, più o meno come tutti gli anni.

Fatto sta che anche lunedì è piovuto in quantità indecente, e ormai non solo l’ADSL ne risentiva, perfino la linea voce aveva cominciato a dare evidenti segni di cedimento. Più del solito, intendo, considerando anche che per qualche minuto è rimasta del tutto muta. Così martedì, col ritorno del bel tempo (obiettivamente una bella giornata primaverile, solo con le foglie gialle per terra) ho chiamato il 187, perché io sono uno di quegli stolti che resta col monopolista [1] e apro la segnalazione. La tipa, che al mio “succede anche con l’umidità e la nebbia” ha risposto con un “addirittura” dal tono grandemente esagerato e canzonatorio, mi ha fatto staccare per cinque minuti tutti i telefoni, e quando ho riattaccato il tutto non è cambiato nulla. L’unica cosa che ho verificato è che i filtri ADSL che mi sono stati consegnati dall’omino BB·B nel lontano… boh? non funzionano come dovrebbero: gran parte del rumore che sento nei telefoni è dovuto al router ADSL, ma anche scollegandolo, e lasciando collegato un solo telefono alla presa principale, si sente ancora un allegro crepitio.

Così ho lasciato trascorrere qualche decina di minuti (almeno 3) e ho richiamato. La nuova operatrice mi fa rifare il balletto dei telefoni, questa volta per dieci minuti, e mi informa che saranno allertati i tecnici che risolveranno entro la mezzanotte di giovedì (cioè ieri), aggiungendo anche di non richiamare prima di venerdì. Dato che nulla è cambiato, puntuale come la morte, questa mattina ho ritelefonato a Mika che dopo un po’ mi ha passato un operatore (Luca AC791, questa volta me lo sono segnato) che per prima cosa, senza chiedermi niente, mi ha comunicato il numero da cui stavo chiamando e mi ha chiesto se era ancora muto (indovina?) e, a fronte delle mie insistenze, mi ha informato che sarò contattato dai tecnici tra martedì e mercoledì prossimi.

Io è la volta che passo ai piccioni viaggiatori.

  1. Seriamente: l’infrastruttura è di Telecom Italia, l’infrastruttura fa schifo, perché io dovrei passare ad un operatore di cui mi dicono che anche il servizio generale fa schifo?

Commenti

Alberto » 

Siamo in due moppo. Quando piove il mio cisco mi da un SNR di 4.5dB… e poi un bel drop. Comunque non è l’infrastruttura il problema, ma l’umidità. Bisogna eliminare l’umidità dal pianeta.

Andrea Franceschini » 

Sacrosante parole, anche se qualcuno mi ha detto che sostituendo i cavi spellati con certi cavi grossi come un dito le cose migliorano sensibilmente. Tutto sta nel rompere i coglioni alle persone giuste e non aspettarsi niente prima di 45 giorni -.-

Rispondi