Fatti, cose, Libertà, Musica, Sbrocchi, Società, Tecnologia

La regola del pirata

Diciamo la verità: abbiamo fatto tutti i pirati una volta nella vita, abbiamo scaricato tutti musica o film da Internet, chi più, chi meno, chi lo fa ancora e chi non lo fa più perché ormai con gli Spotify e i Netflix e un lavoro, per quanto pagato demmerda, ci possiamo permettere di fare i […] continua »

Intenzioni di voto

Non ce la faccio. Avrei voluto fare un post lunghissimo e ampiamente argomentato su Grillo e sul M5S, tipo quello che avevo fatto l’altra volta, solo meglio e meno ingenuo, perché è successo che sono passati cinque anni e non è cambiato niente, anzi no, le cose sono notevolmente peggiorate. Però non riesco a non […] continua »

Gallina vecchia fa buon brodo

L’Unione Europea ha approvato l’estensione del copyright sulle opere musicali da 50 a 95 anni giustificando il fatto con l’istituzione di un fondo a beneficio dei sessionmen, mossa che mi suona del tutto oscura. continua »

Cannocchiali a rovescio

È quasi un’ora che sono seduto qui e cerco di non usare questa frase: vedendole da lontano, le cose appaiono piccole come sono. Il problema è che è una bella frase che fa scena a sè, ma così è del tutto fuori contesto, e il contesto è tutto nella mia testa e io odio essere […] continua »

Tra la scimmia e il drago

Se GNOME fosse un ambiente serio, non ci sarebbe bisogno di installarlo per ogni troiata. Invece ora ho bisogno di Monodevelop [1] e la scimmia maledetta ha deciso che deve scendere sul mio portatile e sconfiggere una volta per tutte il drago. Per conto mio, ha perso in partenza: nell’agosto del 1997. EDIT: non ne […] continua »