Intolleranze acustiche stagionali

Non ho niente contro la sagra dell’Assunta che si tiene annualmente a ridosso di Ferragosto dietro la chiesa del mio quartiere — con buona pace di Ferragosto che è passato da due giorni mentre una volta il 15 era l’ultima sera.

Quello che trovo intollerabile è che i vecchi abbiano la forza di ballare fino alle due sui lisci che superano di almeno 3dB la musica della festa rock del quartiere che si svolge nello stesso luogo ad inizio estate e termina di norma attorno a mezzanotte e mezza a causa delle lamentele dei suddetti.

E io? Che domani mattina devo alzarmi alle otto per studiare? «Tajate i caveji e va’ lavurare»?

Commenti

GiRa » 

ANCHE IO!!!

Protesta!

Hanno volumi allucinanti, orari impossibili e rompono il cazzo quando suoni rock alle sagre.
Mi capita sostanzialmente sempre che poco prima di mezzanotte appaia un agente della municipale per controllare che la musica finisca agli orari pattuiti.

Mi capita spesso di sentire da casa dei volumi alluncinanti con vari lisci, canzoni del Duce, Siamo I Watussi (la più recente[!])…

Concludo con un bel “vecchi di merda!”.

Andrea Franceschini » 

Amen, fratello :)

Comunque qui da noi hanno parzialmente risolto dichiarando che quella di maggio è una festa rock per i gggiovani e quella di agosto è per i vecchi. Non cambia niente, però almeno il fatto che i gruppi rock non vanno a pestare i piedi ai gruppi di liscio ha raffreddato un po’ gli animi.

Rispondi