Second bluff?

Come ai tempi di YouTube, non c’era momento senza che qualche grande media non ne parlasse. Ma ora che, come per YouTube, si è confermato il trend di una percentuale mostruosamente bassa di utenti che partecipano attivamente, Repubblica abiura, maledice e detesta le eresie profferite su Second Life. Come a dire che disconosce il figlio che ha in parte generato e di cui con tanta enfasi ha magnificato le qualità, anche quando è partita l’iniziativa della rivista capogruppo L’Espresso di mettere in scena la Storia d’Italia ad avatar – che qui Biagi pure aveva di che ridire, ma si vede che è un gran signore.

Second Bluff1? I trecentomila giocatori abituali – che non hanno guadagnato un milione di dollari vendendo case – devono aver ben pensato di starsene buonini nascosti e continuare a giocare la loro oretta al giorno, perché quando Michael Donnelly è sbarcato sul pianeta per fondare la filiale pubblicitaria della Coca Cola, “mi sembrava di essere entrato nel film Shining. Non c’era nessuno e non c’era nulla da fare“. E tanto perché ci piace citare, citiamo l’articolo di Repubblica in un magistrale tentativo di far passare per persone tristi e grigie quelli che fino a ieri erano araldi della nuova rivoluzione digitale della comunicazione interpersonale:

Sembra infatti che gli abitanti, appena 300 mila, preferiscano di gran lunga affollare sex shop e discoteche. Ma solo 70 alla volta, assembramenti maggiori i server proprio non possono gestirli.

Non fatemi dire che l’avevo detto, anche perché online non l’avevo mai detto – e a dire il vero neanche nella First Life, anche se l’ho sempre pensato. Utopia cessa di esistere quando si prende a parlarne.

Figuriamoci Second Life.

___
1. Il primo dovrebbe essere la bolla del Dot Com, in teoria.

Commenti

xa » 

Ho letto l’articolo… Bah, ormai Repubblica ha perso un sacco di punti. E me ne sono accorta soprattutto vedendo come ha parlato del Dal Molin… Ho rivalutato il Corsera, ti rendi conto?

Morpheu5 » 

Infatti da un po’ sto considerando se metterlo o no nel mio aggregatore. Ma non so se insieme a Repubblica, perché alla fine danno le stesse notizie.

Rispondi