Perdersi a campi

Ora io vorrei che questo post lo leggesse qualche capoccia di Nokia invischiato nell’affaire MeeGo.

Oggi mi sono trovato a dover andare ad un certo civico in Località Grassanella, comune di San Bonifacio. Il mio navigatore mi ha portato nelle vicinanze, ma l’unico civico di cui disponeva era l’8 e, neanche a dirlo, non era quello che cercavo. Tra l’altro la viabilità in quella zona è un po’, per usare eufemismo, dissociata, e il mio povero navigatore ad un certo punto s’è arreso, dopo avermi condotto fino ad Arcole, che è lì, solo un km più avanti.

Così sono sceso, ho chiesto ad una che mi ha consigliato di chiedere alla proprietaria della pizzeria in cui lavora, e questa ha estratto il suo iPhone, ci ha aperto Google Maps, e si è orientata [1].

Il punto è questo: non esiste che io mi prenda un iPhone, non ho particolare voglia di affidarmi ad un Android viste le beghe di cui si sta ammantando ultimamente, epperò questo fatto della mappina di Google mi ha salvato la vita.

Ora, tu, omino di Nokia, so che tu hai il potere di farlo succedere: quanto ci vuole a tirar fuori dal cappello il cellulare con MeeGo, che se poi è multi-touch è meglio? Promesso che lo compro, eh. Tu però sbrigati. Non farmi chiamare Babbo Natale.

  1. Vabè, a parte che il posto era a 500 metri da lì e questa che ci lavora non sapeva dove fosse -.-

Commenti

Rispondi