Molto rumore per nulla

Quesito: trovate gli errori nel seguente periodo.

È uscito il nuovo GiMP che usa GEGL [1] e BABL [2]. Inoltre, finalmente è stato introdotto il supporto CMYK.

Soluzione:

  • Dopo aver lavorato in RGB con un selettore CMYK senza allarmi se si sforano i limiti di profilo [3] si può esportare la scomposizione in lastre C, M, Y e K. Ehi, ma tutto questo poteva farlo anche la versione precedente!
  • Dopo aver affannosamente cercato un singolo filtro decente/usabile tra quelli proposti come default [4] siete costretti a comprarvi un libro di computer graphics e programmarvi da voi i vostri filtri.
  • I “formati dei pixel” sono a 8 bit. Qualcuno ha detto per caso Camera Raw o HDR?

Note del candidato: L’interfaccia utente fa schifo come prima però, con una dose di fatica non indifferente, questa volta si riescono ad ottenere risultati passabili per quanto riguarda le tavolette grafiche. Qualcuno spieghi come gira il mondo a quei quattro cialtroni, per piacere, ché io sono stufo. E gli spieghi anche che quando fai una release di una certa importanza, non inserisci un “tentativo di integrazione di GEGL che forse in futuro porterà profondità di bit maggiori”.

Un suggerimento: installatevi Photoshop e usatelo un po’, perché non si può pretendere di scrivere un rimpiazzo senza sapere cosa devi rimpiazzare.

E non fatemi diventare volgare, mannaggia al piffero!

  1. Filtering non distruttivo e altre cose simpatiche.
  2. Gestione avanzata dei colori e dei formati di pixel.
  3. Sì, perché i profili ICM sembrano essere supportati ma la cosa finisce ad una finestrella che li carica, non sono riuscito ad usarli proficuamente in opera. Tra l’altro, per ovvie ragioni, GiMP si rifiuta di caricare un profilo CMYK usando uno spazio RGB. Mi sembra giusto, sacrosanto e corretto, però un bel po’ inutile.
  4. Marchiabili invariabilmente come “effetto figo per adolescente in crisi mistica”.

Commenti

Marco » 

Io ho provato varie volte ad usare Gimp… ma inevitabilmente ho finito per tornare a Fotoschioppo.

Stefano » 

Bhe, per quel cavolo di grafica che devo fare io mi basta (e avanza) GIMP :P

Andrea Franceschini » 

@Stefano: manfatti ho sempre pensato che GIMP sia perfetto per ridimensionare le foto delle modelle da mettere sul desktop :P

Stefano » 

@Andrea: Qualche riferimento al mio sfondo ?!?! :P
Nono, in realtà è anche perfetto per aggiungere le scritte sulle foto da mettere on-line :P

Andrea Franceschini » 

Nooooooooo, ma che vai a pensare? :P È un mero fatto di statistiche per cui chi usa Linux mediamente ha una modella come sfondo :P

GiRa » 

Smettila di mettere le note a piè pagina.

Non stai scrivendo un libro *su*carta* sei su un caspio di $coso uèb!!

Questa mania degli utilizzatori di WordPress è veramente fastidiosa!
Per fortuna sei l’unico da cui passo spesso.

Andrea Franceschini » 

Ma è per specificare senza appesantire. La scrittura sul uèb è agile e snella e trae profitto da queste cose. L’alternativa sarebbe usare l’abbr ma sarebbe un uso sbagliato.

GiRa » 

> Ma è per specificare senza appesantire.
Se lo dici te…
Però le virgole e le parentesi servono pure a qualcosa.

Comunque restano i miei due centi.
:)

Rispondi