Dopo mezzanotte

Svegliarsi con gli incubi di algebra è una cosa a cui sto facendo pian piano l’abitudine: oggi mi sono svegliato mentre cercavo di dimostrare che le note musicali sono un gruppo ciclico di ordine 12 – a prescindere dal fatto che non ci sono riuscito. Svegliarsi con cinque ore di sonno e una prospettiva di veglia di diciannove è una cosa che ho messo in conto più di un mese fa. Considerando che ieri avevo talmente sonno che, invece di studiare, sono tornato a casa e ho dormito tre ore prima di andare a guadagnarmi la liquefazione di un mezzo chilo di lipidi.

Visto e considerato tutto quanto esposto, questa mattina mi sono svegliato con la detta dimostrazione in testa, con la netta sensazione di essere in ritardo per il treno delle 7:06 e con quello spiacevole quanto straniante effetto collaterale per cui tu sei in posizione verticale ma il tuo cervello crede ancora che tu sia orizzontale. Mi sono lavato, vestito e preparato il pastone di caffelatte e fette biscottate. Mentre affondavo il cucchiaio per la quarta o quinta volta ho buttato l’occhio all’orologio.

La parte più difficile è stata spiegare ai miei che cacchio ci facevo pronto per uscire alle 3:30…

Commenti

Lordmark » 

beh, dalle 3:31 alle 6:50 potevi ben preparare quei bozzetti :P :D

Morpheu5 » 

Mi sono reinfilato a letto come stavo, con tutti i vestiti :P

Marco » 

Accidenti!

Io l’ho sempre pensato che la matematica sia una scienza pericolosa!

Mario » 

LOL Mi hai fatto ripensare al mio primo esame a Matematica, era proprio Algebra. Per tutto l’anno avevo studiato, ma con la netta sensazione di non aver capito una mazza. Sapevo le cose ma non capivo veramente cosa diavolo stessi facendo.

Poi un mattino l’illuminazione, improvvisamente era tutto chiaro, semplice, immediato.

Dai che arriva anche a te :-)

Mario

Morpheu5 » 

@Marco: guarda, lascia fare, tu non sai quanto :P

@Mario: Hehe, chissà, magari hai ragione tu. Il problema non è che non capisco cosa sto facendo, è che proprio non so le cose :P Ma continuo a studiare di brutto. Grazie per l’incoraggiamento :)

pikkio » 

lol moppo, epico.
A me quando sono sotto esame succede più o meno lo stesso. Una volta mi sono svegliato e mi sono reso conto di aver improvvisamente capito una dimostrazione. Di algebra.

Rispondi