Del silenzio pre-elettorale

Pensavo a questo fatto di Prodi che parla alla Conferenza sulla Famiglia – qualunque sia il suo nome – dicendo come intende impiegare quella manciata di spiccioli che sono usciti dal nulla, e lo fa durante il periodo di silenzio successivo alla chiusura della campagna elettorale.

Poi pensavo a quando Berlusconi, accompagnando l’anziana madre alla cabina elettorale, disse “mi raccomando, mamma: una bella croce su Forza Italia”.

Ora i buoi, salendo e scendendo dagli yacht dei fratelli, danno dei cornuti agli asini. Io vado al seggio tra poco, dovrò evitare le buàzze per terra?

Commenti

Marco » 

Cosa sono le buazze? :D
(anche se credo di aver capito!)

pikkio » 

LOL, si dice anche da voi buazza?
cmq, qui a Milano non si è votato. Evidentemente la democrazia non ci tocca.

Morpheu5 » 

Per la verità si direbbe boàssa ma era per italianizzarlo… non sapevo che in meneghino si dicesse proprio buazza :P

Rispondi