Cherokee

Ogni tanto mi capita di usare il porn-mode di Firefox [1] e finché sono lì, ogni tanto tocca anche che apro Google. Normalmente mi comparirebbe la home page in italiano, dal momento che è la lingua del mio browser e che il mio IP in genere si geolocalizza entro i confini nazionali. La cosa è un po’ fastidiosa perché apparentemente la lingua che si sceglie per navigare Google influisce in qualche modo sui risultati di ricerca, e dato che mi trovo spesso a cercare argomenti per i quali risorse in inglese sarebbero preferibili, la lingua del mio account Google è l’inglese, ma sto divagando.

Da qualche tempo a questa parte, quando apro Google in porn-mode, vengo dirottato verso una lingua incomprensibile.

Inizialmente l’avevo scambiata per qualche lingua dell’area indiana, o magari africana, e in genere la ignoravo schiacciando prima “Go to Google Italia” e poi “Google.com in English”. Un po’ seccante ma tutto sommato innocuo dato che andava fatto solo una volta per porn-session. Però, dato che sono un nerd, ho voluto verificare di che lingua si trattasse. A quanto pare CHR è il codice che corrisponde ai nativi americani Cherokee. Dato che Firefox è sempre in italiano, ho voluto vedere se ora Telecom Italia sta facendo outsourcing di IP nell’area del cammino delle lacrime.

A quanto pare no. Sebbene non sia entusiasta di essere scambiato per un rovigotto, sembra che io venga localizzato ancora in territorio italiano. Ma questo vuol dire che, a nostra insaputa, a Rovigo si è stanziata un’enorme comunità di nativi Cherokee? Ma allora la Lega, con quei manifesti

Consoliamoci con questo, va’…

http://www.youtube.com/watch?v=BTJkH_DGCA4
  1. Per ragioni di praticità, che vi pensavate…

Commenti

Rispondi