Arbitro venduto

Tutti i blogger a dire che quello di Beppe Grillo non è un blog, ma poi il pubblico della rete, quello colto, raffinato e non superficiale, gli regala il Macchianera Blog Award 2008 per il miglior blog.

Lui non era lì a ritirarlo, un giornale ha dato tra i primi la notizia (ma se non era per Beppe Grillo non se lo filavano di striscio) e io non sono neanche stato nominato. Razza di puzzoni.

Stima e rispetto per Zoro, comunque. E un bello “sti cazzi” vogliamo mettercelo, dai.

Commenti

Marco » 

Beppe Grillo secondo me doveva vincere nell’altra categoria in cui era presente…

Marco » 

“Miglior Blog andato a puttane”.

klement » 

Grillo gestisce il proprio blog, quindi decide insindacabilmente qualli commenti ammettere. E siccome fa la democrazia in rete, allora è proprietario del movimento con poteri assoluti contro la dissidenza. Se ognuno può farsi un blog, allora ciascuno discuterà con se stesso.

Rispondi